Partite Primo Piano

Il Catanzaro ritorna alla vittoria: 2-0 sulla Viterbese e terzo posto

banner

Il Catanzaro conquista come nelle previsioni i tre punti ed aggancia il Catania al terzo posto, complice anche una Viterbese rimaneggiata ed imbottita di giovani che in ogni caso fa la sua dignitosa figura al “Ceravolo”. Decisiva per determinare la posizione finale in classifica diventa a questo punto la gara di domenica prossima contro il Trapani. Partita senza storia quella di oggi, ma ancora una volta il Catanzaro è costretto a subire infortuni che speriamo non si rivelino seri: Bianchimano e Casoli sono infatti dovuti uscire anzitempo. Finisce 2-0, le reti – una per tempo – di Bianchimano e Signorini, entrambe di testa. Sugli scudi per i giallorossi Iuliano e Fischnaller, mentre interessante il ghanese Ngissah per gli ospiti. Da registrare il positivo rientro in campo di Giannone, fermo ai box da tempo.

Pubblico non delle grandi occasioni per una partita che comunque può valere il terzo posto in campionato, ma gli ultimi deludenti risultati, la pioggia e la concomitante festività del primo maggio hanno sicuramente influito sulle scelte dei tifosi. Per quanto assurdo in questo campionato, la Viterbese arriva in Calabria per disputare il recupero della sedicesima partita del girone d’andata, quando neanche due settimane fa il Catanzaro pareggiava 2-2 sul campo dei laziali nella gara di ritorno. Squadra gialloblu con soli 17 elementi, nove della formazione Beretti e otto della prima squadra; alla guida l’allenatore della Beretti Alessandro Boccolini, mentre il resto della squadra è rimasta a Viterbo agli ordini del nuovo mister, Pino Rigoli, subentrato all’esonerato Calabro in vista della finale di ritorno di Coppa Italia contro il Monza.

Partenza sotto tono dei giallorossi, anche se è chiaro fin dalle prime battute il tipo di partita che si prospetta, con la Viterbese chiusa nella propria trequarti a provare qualche ripartenza mentre il Catanzaro alla ricerca del gol. Prima conclusione verso lo specchio della porta ospite arriva al 5′ di testa con Casoli ma è debole e termina tra le braccia di Forte. Risponde la Viterbese al 17′ con Molinaro ma è bravo Furlan a salvare in angolo e strigliare i suoi, nell’occasione. Primi venti minuti senza particolari sussulti, con il Catanzaro propositivo ma incapace di rendersi pericoloso. Un lampo di Statella al 21′ procura un’interessante punizione al limite dell’area ma sugli sviluppi Favalli conclude alto sulla traversa. Si arriva quasi alla mezzora e salvo qualche calcio da fermo il Catanzaro produce davvero poco. Nonostante la differenza in campo tra le due squadre, regna l’equilibrio. Aquile che provano a salire d’intensità: al 25′ una bella percussione dalla sinistra di Iuliano fa infiammare il pubblico ma guadagna solo un angolo, sugli sviluppi Fischnaller conclude di testa ma la palla termina fuori. Al 31′ il Catanzaro in vantaggio: cross dalla destra di Fisch abile a divincolarsi tra le maglie avversarie e Bianchimano di testa salta più in alto di tutti e trafigge Forte. Il Catanzaro prova ad approfittare del momento favorevole per trovare il raddoppio e ci va davvero vicino con Fischnaller ma l’attaccante lanciato a rete si fa recuperare all’ultimo dalla retroguardia gialloblu, mentre Casoli solo in area di rigore non viene servito. E’ ancora l’altoatesino il più pericoloso fino al 45′ ma non inquadra lo specchio della porta in più di un’occasione.

Riprende la gara con gli stessi undici del primo tempo e il Catanzaro trova subito il raddoppio: sugli sviluppi di un corner calciato da Iuliano questa volta è Signorini bravo ad anticipare tutti di testa siglando così il 2-0. Arriva il momento del rientro in campo di Giannone che, complice l’infortunio di Casoli al 53′, fa il suo ingresso tra gli applausi dei tifosi che sicuramente attendono un suo riscatto nei playoff dopo la delusione di Castellamare. Ngissah al 56′ si divora un gol fatto: un preciso cross di Molinaro dalla destra viene calibrato sulla testa dell’attaccante ghanese che spreca malamente con lo specchio della porta libero. Furlan graziato nell’occasione. Al 60′ clamorosa palla gol per Bianchimano che smarcato da un preciso filtrante di Giannone, si libera del suo diretto avversario ma davanti a Forte conclude alto. Nell’occasione l’attaccante si fa male al momento della conclusione ed è costretto ad uscire, al suo posto Ciccone. Catanzaro padrone del campo, la Viterbese non esce facilmente palla al piede. Al 69′ è Iuliano a provare il tiro dalla distanza ma la palla va fuori alla destra di Forte. Una punizione dal limite di Coppola alla mezzora della ripresa mette solo un po’ di paura a Furlan ma anche in questo caso la palla termina a lato. La partita non ha altro da dire fino al 90′, il Catanzaro si limita solo a gestire la gara ottenendo tre punti importantissimi che valgono per ora il terzo posto. Tutto rimandato a domenica prossima per l’ultima giornata di campionato.

 

Danilo Ciancio

Related posts

Sport 360 – Bilancio 2013/14 Lega Pro non approvato: Macalli presenta ricorso

admin

Aquile verso Caserta: ultima trasferta nell’amara Campania

Cosimo Simonetta

Il Catanzaro espugna Catania e passa il turno: 1-2 al “Massimino”

Cosimo Simonetta