Probabile formazione

Playoff alle porte, ma c’è il Trapani da superare: Auteri medita un cambio

banner
Eklu

Incerottato sì, ma determinato a chiudere alla grande. E se, ad un certo punto del campionato, i tifosi credevano nel primo posto, la terza posizione a cui mira il Catanzaro rappresenterebbe l’obiettivo in linea con quanto professato dalla società (proprietà e direttore sportivo) all’alba di questa stagione. Il tutto sta nel proiettarsi ai playoff al massimo della forma, sia dal punto di vista fisico, che mentale.

E i giallorossi patiscono ancora delle assenze (all’infortunio del talentuoso Eklu, nei giorni scorsi si è aggiunto quello di Statella e Casoli, per il quale il torneo è finito, purtroppo) che, stando a quanto dichiarato da mister Auteri alla vigilia, non suscitano oltremodo preoccupazioni, complice il rientro di Riggio e Bianchimano, oltre a Giannone che pian piano tornerà al top, in attesa del miglior Kanoute.

Il presente, tuttavia, si chiama Trapani e prima di preparare il “mini-torneo” che si inaugurerà tra poche settimane, sarà essenziale aggirare questo ostacolo. Allora, al netto delle defezioni, cambio di modulo in vista? Molto probabile.

<<A destra abbiamo problemi, quindi potrebbe cambiare qualcosa – aveva detto il mister, non più di ventiquattro ore fa-, ma dovremo avere sempre la stessa “faccia”, ossia intensità e concetti di gioco. Avremo le armi giusti e i cambi potranno consentirci, se occorre, di far tirare il fiato a qualcuno>>. Dunque, non ci sarebbe molto da stupirsi se l’US, tra poco, dovesse schierarsi con un 4-3-3 che vedrebbe una mediana affidata a De Risio, Maita e Iuliano. Davanti a Furlan, lo scenario proporrebbe Celiento e Favalli (o Nicoletti) nel ruolo di terzini, con Figliomeni e uno tra Riggio e Signorini: sul sicuro, l’ex ternano dovrebbe giocare dal 1′, in modo che Riggio smaltisca l’acciacco completamente. Stesso discorso vale per D’Ursi: l’attaccante partenopeo ha recuperato, ma plausibilmente si accomoderà in panca, per far posto ancora a Ciccone. Sicuro Fischnaller, Bianchimano dovrebbe fungere da punta. In alternativa, potremmo vedere Giannone, Fisch e D’Ursi: sarà Auteri a sbrogliare la matassa, nell’atto di prendere carta e penna.

Related posts

Aquile in campo tra poco. Auteri: “Staconvinto che alla lunga ripagheremo i tifosi”

Cosimo Simonetta

Aquile, assenze e voglia di vincere: la probabile formazione

Cosimo Simonetta

Arriva il Rieti: cambio in mediana

Cosimo Simonetta