Calcio Mercato Il Punto

Tra suggestioni e fallimenti, in attesa dell’apertura del mercato

banner

Sfrondare, potenziare e ripartire. Una settimana ancora e poi sarà ufficialmente calciomercato. Non che i vertici dell’US non si siano mossi, anzi, ma occorre sempre fare un distinguo tra le reali trattative e quelle semplicemente classificabili come voci che altro non fanno se non creare suggestioni e mettere un po’ di pepe. E’ il bello del pallone d’estate.

Ciò che è “il brutto”, riguarda il puntuale tourbillon di fallimenti, sconfitte (per tutti) verso le quali sembra impossibile porre rimedio o tentare di scongiurare l’irreparabile. E non poteva dunque esserci epilogo diverso, purtroppo, per il Foggia, appena retrocesso dalla B: mentre a Palermo a mezzanotte si consumava l’ultimo capitolo di un horror degno di Stephen King, per quel che concerne la prossima Lega Pro, tocca ai satanelli rossoneri sprofondare negli inferi.

Sembrava potesse esserci uno spiraglio ma nelle ultime ore concitate la situazione è precipitata in maniera vorticosa, tanto da non riuscire a depositare la domanda d’iscrizione, ottemperando alla documentazione da presentare. Il fallimento della società foggiana quindi, fa il paio con quella del Siracusa, oltre ad Arzachena, Albissola e Lucchese. Tragedie sportive che scuotono e suscitano alla riflessione tutti quanti.

Fintanto che l’organico della Serie C 2019/20 prende forma – tra chi è dentro e chi è fuori – il Catanzaro resta alla finestra (avendo formalizzato l’iscrizione con un cospicuo anticipo rispetto alla scadenza) e studia i colpi da assestare, in modo da consentire a mister Auteri di iniziare la fase di preparazione con buona parte della rosa composta. Resta vivo l’interesse per l’attaccante Butic, ventunenne croato di proprietà del Toro (lo scorso anno, dopo i venti gol in Primavera si era addirittura parlato di lui come “il nuovo Belotti”), quest’anno diviso tra Ternana e Arezzo, senza però trovare la via della rete. Prima di tutto occorrerà sistemare la porta, orfana di un suo “numero 1”, mentre avanzano le suggestioni Sarao – che ha contribuito alla salvezza dei giallorossi nel 2017 – e Marotta.

Related posts

Aquile, in prova la giovane punta Rubino

admin

Corado in prestito dal Matera: ufficiale

Cosimo Simonetta

“Non si può rinunciare ad un’occasione simile”: Pambianchi dal ritiro

admin