Calcio Mercato Sala Stampa

Di Livio e il Catanzaro, “atto primo”

banner

L’US Catanzaro e Di Livio, “atto primo”. O “atto secondo”, potremmo dire, se tenessimo conto che le parti si sono a lungo sfiorate in passato arrivando ad un soffio dalla firma, lo scorso anno. Adesso il matrimonio è realtà e ufficializzata l’operazione (il ragazzo sigla un triennale), Lorenzo Di Livio si è aggregato alla squadra nel ritiro di Moccone.

Classe ‘97, cresciuto nelle giovanili della Roma, Lorenzo è anche “figlio d’arte” (il secondo in rosa, oltre a Signorini): suo padre Angelo, infatti, è l’ex campione della Juve e della Nazionale, per tutti “soldatino” vista la grinta e l’ardore che lo hanno reso celebre. E a proposito di zona nevralgica del rettangolo verde, suo figlio, adesso, arricchirà il centrocampo del Catanzaro. 

L’acquisto del romano era nell’aria già dalla campagna acquisti dello scorso anno, dunque, ma stavolta anche per desiderio di mister Auteri (che già lo aveva allenato a Matera), Lorenzo viene accolto a Catanzaro con tanta voglia di ripagare la fiducia. “Quando un allenatore ti vuole devi cercare di confermarti e fargli capire che ha fatto bene a credere in te”, dice, nell’incontro con la stampa. E nel progetto delle Aquile, Lorenzo ci crede ed è pronto ad affrontare questo girone competitivo per cui la squadra è stata costruita.

Per il giovane calciatore non è la prima esperienza in Calabria, infatti ha alle spalle una parentesi alla Reggina: “Oggi mi sento più maturo e sono sicuro che la Calabria sia un posto ottimo per il modo con il quale la gente accoglie e dimostra calore, quindi per un giocatore è bello stare in un ambiente così”. Immancabile, ovviamente, il ringraziamento verso la società per la fiducia, proclamandosi pronto a dare il meglio. Parola al campo.

 

Dora Dardano

Related posts

Mounard è ufficialmente un calciatore del Catanzaro

Cosimo Simonetta

Perugia-Entella: “sfida nella sfida” per Icardi

Cosimo Simonetta

Mercato in chiusura, c’è Quaranta

admin