Pagelle

Di Gennaro top, bene Nicastro, Yaye e Martinelli – Le Pagelle

banner

Di Gennaro 7,5
Prova maestosa del nuovo portierone giallorosso. All’esordio si dimostra sicuro tra i pali, disinvolto con i piedi e padrone della propria area di rigore sulle palle alte. Almeno due gli interventi decisivi: nel primo tempo va in iperestensione per deviare un tiro di Mungo diretto all’angolo basso sulla sua destra, nella ripresa si supera annullando il calcio di rigore di Bombagi. Sicurezza

Celiento 6
Il voto è una esatta media di quanto fatto vedere nei due tempi: impeccabile e propositivo nei primi 45 minuti, va vicino al gol con una sassata da fuori area sventata da un grande Tomei e procura il vantaggio di Nicastro andando a svettare di testa sul cross di Kanoute. Ingenuo ad inizio ripresa sul calcio di rigore assegnato a Bombagi, mentre ancora turbato dall’episodio causa l’autogol che riapre la gara

Martinelli 7
Ineccepibile la prova del nuovo difensore giallorosso: giocatore d’esperienza, si esibisce in diagonali difensive di ottima fattura e dimostra personalità nei momenti topici uscendo spesso palla al piede. Una perla il preciso lancio di prima intenzione dalla difesa che mette Kanoute davanti a Tomei e che poteva valere il colpo del ko

Riggio 6,5
Molto meglio rispetto all’esordio in Coppa: annulla Martignago con la complicità di Martinelli e trova con l’intuito da perfetto centrocampista il preciso inserimento in area di rigore con cui si procura il penalty del 2-0

De Risio 6,5
Solita densità a centrocampo dove duetta bene con i compagni scambiando spesso posizione con Maita, con il quale, oltre ad annullare Mungo (il più pericoloso degli avversari), ricompone la coppia centrale che ha tanto ben figurato nella scorsa stagione

Maita 6,5
Il capitano si riprende la fascia e soprattutto la scena, dimostrando di essere in buona forma atletica oltre che ancora determinante per le sorti dei giallorossi

Statella 6,5
Sulla fascia destra dialoga molto bene con Kanoute e non è un caso che entrambi i gol nascano dalla sua corsia. Nelle ripresa qualche leggerezza evitabile nei disimpegni ma anche tanta sostanza al servizio della squadra

Di Livio 5,5
Un passo indietro rispetto alla partita con la Casertana: molto movimento che gli consente di farsi trovare spesso al posto giusto, ma anche troppa imprecisione nelle ripartenze finendo per vanificare le tante occasioni avute sui piedi soprattutto nel primo tempo. Avrà modo di rifarsi

Kanoute 7
Devastante come sempre, protagonista in entrambe le reti dei giallorossi: suo il preciso cross per la testa di Celiento prima del tap-in vincente di Nicastro, si ripete con il taglio in area per Riggio da cui nasce il rigore da lui stesso trasformato. Impreciso solo nell’azione che poteva chiudere la gara quando prova lo scavetto su Tomei anziché la conclusione facile in porta

Casoli 6,5
Senza dubbio un altro giocatore rispetto alla scorsa stagione: corre per tutta la partita risultando spesso imprevedibile nei movimenti per la retroguardia del Teramo. Finisce stremato e Auteri gli regala qualche minuto in più di meritato riposo

Nicastro 7
Il fiuto è quello del grande bomber, si fa trovare anche questa volta al posto giusto, come nell’esordio in Coppa, siglando il primo gol in campionato per le Aquile. Va vicino al raddoppio nella ripresa provando la deviazione di tacco su una conclusione da fuori area di De Risio, si rivela un giocatore d’esperienza quando riesce a far salire la squadra nei momenti critici. Deve solo migliorare l’intesa con i compagni ai quali detta spesso (inutilmente) il taglio in profondità

 

 

Mangni 6
Poco tempo a disposizione e Auteri scambia spesso la sua collocazione: in un’occasione va vicino al gol ma il tiro per quanto potente è impreciso

Giannone 6,5
Ottimo l’impatto alla gara, Auteri gli chiede di far rifiatare la squadra nel momento di maggiore difficoltà e lui con esperienza e buone giocate che deliziano il pubblico, riesce ad esaudire perfettamente la richiesta del mister

Calì S.V.
Utile alla causa, non ha però l’occasione giusta per mettersi particolarmente in mostra

Figliomeni S.V.
Entra nei minuti finali, giusto il tempo per blindare il risultato

 

Mister Gaetano Auteri 6,5
Primo tempo con il Catanzaro padrone assoluto del campo, imposta la formazione secondo il suo credo calcistico e riparte dal bel gioco cui ci ha abituato nello scorso campionato. Il potenziale tecnico della squadra è decisamente salito grazie ai nuovi innesti, a lui il tempo e il modo per trovare il giusto equilibrio nei novanta minuti, evitando quelle pericolose ed inutili sbavature che rischiano di compromettere quanto di buono riesce a costruire nel corso della gara

Related posts

Fisch, rientro col botto. Mangni ancora poco incisivo – Le Pagelle

admin

Tutti bocciati, si salvano Nordi e Letizia – Le Pagelle di Calvano

admin

Maita, Yaye e D’Ursi una spanna sopra gli altri – Le Pagelle

admin