Quando  l’estate è agli sgoccioli il fischio d’inizio del campionato di calcio risuona sulle spiagge a richiamare il tifo per accorrere negli stadi. Questo, un campionato tanto atteso anche perché il girone C è stato preannunciato come il più bello di sempre e, di fatti, la prima giornata non delude. 

Ad aprire il sipario nell’anticipo a Rieti una travolgente Ternana che torna a ripopolare il girone a suon di gol. Per la precisione sono tre (doppietta di Marilungo e gol in rovesciata  di Russo) che gli amarantoceleste incassano rispondendo timidamente solo con De Paolo al minuto 31’. 

Sempre fuori  casa scorpacciata di gol per un Catania che castiga l’Avellino con ben sei reti. Inizia la goleada Di Piazza, segue Lodi ancora uno per Di piazza, poi Welbeck, Mazzarani e Bucolo. Nulla possono le reti di Albadoro e la doppietta di Paolantonio contro la prorompente invasione etnea.  

A Francavilla (finalmente sul proprio campo, dopo anni trascorsi al “Fanuzzi” di Brindisi) si chiude in pari con gol dei padroni di casa nel primo tempo con Vazquez e con pareggio della Reggina con De Rose nella ripresa.

Esordio da incorniciare anche per il Catanzaro che tra le mura di un “Ceravolo” stracolmo di spettatori, batte il Teramo due reti a una. Nicastro e Kanoute sanciscono la vittoria delle aquile, unica squadra calabrese a portare a casa i tre punti. 

Ritorno del Bari nel girone C da ricordare grazie alle due reti siglate fuori casa contro la Sicula Leonzio. Rigore di Antenucci e gol dell’ex giallorosso D’Ursi mettono ko i bianconeri.

Ancora fuori casa registriamo la vittoria del Bisceglie al “Luigi Razza” di Vibo dove Gatto decide la partita al termine del primo tempo. Poca fantasia e iniziativa per il Rende che inaugura negativamente il campionato, lontano dal “Lorenzon” 

La spunta in casa invece il Potenza che buca la difesa della Casertana con il gol di Murano. 

Anche la Viterbese brilla in casa contro una Paganese per nulla reattiva. Segna Tounkara al 36’ (sul suo conto si ipotizzava una carriera stellata pochi anni fa) ma gli azzurrostellati pareggiano nella ripresa con Alberti. A chiudere il match sarà Antezza intorno al 84’.

È Fella l’uomo partita per il Monopoli: è sua la rete che manda a casa la Vibonese con l’amaro in bocca per aver perso a dieci minuti dalla fine. 

A Cava de’ Tirreni si chiude con segno “X” contro il Picerno fresco di promozione in Serie C. Vanacore porta in vantaggio i padroni di casa raggiunti dai rossoblu con Matino al minuto 85’. 

 

Dora Dardano

Related posts

E’ successo in… Pisa-Triestina, andata Finale playoff

admin

“E’ successo in…” – 19^ giornata

admin

E’ successo in… 32^ giornata

admin