Calcio Mercato

Mercato girone C, tra prede e predatori: il punto

banner

Agosto, si sa, è il mese del solleone, delle vacanze, delle spiagge affollate e dei sogni alimentati dal calciomercato nostrano. 

Giusto per restare in tema, a ben vedere, il calciomercato in questa fase appare un mare magnum di trattative ed operazioni in cui si agitano e muovono pesci piccoli e voraci predatori i quali, dopo essersi saziati, lasciano spazio a specie più deboli in cerca di cibo per sopravvivere. E’ una legge di natura. Un po’ come sta avvenendo in questo particolare periodo della  sessione estiva del mercato: le big iniziano a tirare le somme degli affari conclusi ad appannaggio delle realtà con obiettivi diversi dalla vittoria del torneo, che finalmente iniziano ad operare dopo che i più grossi e voraci predatori hanno mollato momentaneamente la presa.

Oltre al solito Bari che ha prelevato, con la solita formula del prestito biennale dal Napoli, la prolifica punta Franco Ferrari (ex Piacenza), tra questi vanno certamente annoverati la Ternana che definisce il ritorno del centrocampista Antonio Palumbo dalla Samp con diritto di opzione per le “fere” e contro-opzione in favore dei blucerchiati; il Catania che prende dal Parma il difensore Saporetti (protagonista della scalata dalla D alla B dei ducali) oltre alla Reggina che ha acquistato l’esterno sinistro, ex Foggia, Rubin ed ha ceduto alla Virtus Francavilla il centravanti Baclet. Il Teramo non può nascondersi più: preso dal Cosenza  il centrocampista Mungo, gli abruzzesi si sono poi assicurati le prestazioni sportive di Lasik, già nazionale ceco ed ex Brescia ed Avellino in serie B e hanno ceduto il centravanti Sparacello al Picerno che, a sua volta, ha acquistato anche il portiere Cavagnaro dal Seravezza (serie D) e la punta Ruggieri dal San Severo (serie D).

Tra le squadre con obiettivi diversi (almeno sulla carta) dalla vittoria del campionato e che non vogliono essere prede,  muove i primi passi l’Avellino del neo trainer Ignoffo. Confermato, anche per questa stagione, il capitano Santiago Morero, gli irpini hanno chiuso per l’esperta punta, tra le altre  ex Bari e Ternana, Diego Albadoro.

La Viterbese chiude per il portiere Biggeri dal Pontedera, Il Bisceglie prende l’attaccante Montero Alvaro dal Marbella e il terzino sinistro Cardamone dal Francavilla (serie D), mentre la Paganese, riconferma il difensore Schiavino ed ingaggia il centrocampista ex  Akragas Bramati, la scorsa stagione nelle fila del Senglea Athletic FC, in  Premier League Division (prima divisione nazionale di Malta). 

Tra le altre calabresi, il Rende ha chiuso per il centrocampista Collocolo, mentre la Vibonese ingaggia il centrocampista Ezequiel Melillo dal Messina.

Tutto ciò in attesa di sapere che… pesci prendere con il riammesso Audace Cerignola.  

      

 Gregorio Buccolieri

 

Related posts

“Voglia di imparare e crescere”: Badjie si presenta

Cosimo Simonetta

Il blitz del weekend. Incrociamo le dita

admin

Aquile, più pretendenti per la panchina

admin