L'avversario di turno Primo Piano

SI GIOCA CONTRO… La Casertana

banner

Ci siamo, si ricomincia. E lo si fa con un grande classico: Catanzaro – Casertana, classico non solo perché le due squadre, habituè – ahinoi – della serie C si sono scontrate moltissime volte, ma perché nella storia recente questa gara ha rappresentato l’esordio in campionato di entrambe. Nel 2015 e nel 2018, infatti, la prima partita del campionato fu la stessa che si disputa oggi. Una volta fu settembre, un’altra agosto: insomma è destino che questa sfida si debba disputare ad inizio stagione. Ma questa volta si è proprio esagerato: Catanzaro – Casertana è la prima gara ufficiale dell’annata. Addirittura, dal lato giallorosso, è anche la prima uscita in assoluto, dato che finora le Aquile non hanno disputato nemmeno un’amichevole. La Casertana invece ha giocato, e vinto, contro il Castel Sangro per 7-0.

Ma oggi sarà diverso, pure perché, benché tutti la snobbino, si gioca per un Coppa ed è gara ufficiale. Gara ufficiale ma inedita al “Ceravolo”. C’è infatti un solo precedente tra Aquile e Falchetti nel torneo nazionale e risale al 1987-88 quando la formula prevedeva cinque partite di sola andata contro le compagini che componevano il girone. Ovviamente, nemmeno a dirlo Casertana – Catanzaro fu la prima partita che vide trionfare i rossoblu per 1-0. Nello stesso girone c’erano anche, tra le altre, la Juventus e la Lazio, quest’ultima battuta 5-0 dai giallorossi.

Diversa realtà oggi, col sogno di andare avanti per poter affrontare le grandi squadre, unico vero stimolo per entrambe le squadre per fare in modo che quella odierna non si riveli una semplice sgambata. Non la pensa così il mister dei campani Ciro Ginestra, il quale alla vigilia del match si è detto “fiducioso e deciso a passare il turno. Lo vogliamo per noi, per la società e per i tifosi. Dall’altra parte troveremo un Catanzaro forte in ogni settore, ha tanta qualità in ogni reparto con giocatori esperti. Loro favoriti? Nel calcio non esistono favoriti prima delle gare perché si gioca sempre undici contro undici. L’importante è preparare bene l’incontro e riteniamo di averlo fatto”.

Messaggio forte e chiaro lanciato ai suoi, compreso Malik Lamè, possente difensore senegalese che lo scorso anno ha vestito la maglia del Catanzaro dove però ha giocato solo 4 partite. Da parte giallorossa, invece, radio mercato ipotizza un ex Casertana molto presto possibile giallorosso: Paride Pinna, difensore esterno con le caratteristiche di corsa e grinta che tanto piacciono a mister Auteri. Nulla di ufficiale ancora, eppure il difensore non è stato convocato per questa partita. Ma che si trovi ugualmente a Catanzaro per apporre la firma sul contratto?

Lo scopriremo solo vivendo, citazione che vale anche per le formazioni che scenderanno, difficile ipotizzarle. Anzi difficilissimo. L’unica certezza, forse, è lo schieramento tattico dei campani, visto che Ginestra ama il 3-5-2.

Stando così le cose ecco che allora possiamo ipotizzare quest’undici: Crispino in porta, Lame, Gonzalez e capitan Rainone in difesa, Matese, Varesanovic, D’Angelo a metà campo con Zito e Laribi sulle ali. Davanti la coppia di esperti Castaldo, Floro Flores.

 

Francesco Calvano

 

 

Related posts

L’US si prepara al ritiro. Domani la presentazione dei volti nuovi

admin

SI GIOCA CONTRO… Il Lecce

admin

Le Aquile espugnano Barletta: 0-3 senza storia

admin