Notizie Partite Primo Piano

Ancora tabù il Pinto: finisce 2-1 per la Casertana

banner

Stessa trama e conclusione identica alla recente trasferta di Viterbo con gli uomini di Auteri che vanno sotto di due reti già nel primo tempo, frutto di tanta disattenzione difensiva, riaprono il match ad inizio ripresa con Casoli ma sono incapaci di riequilibrare le sorti dell’incontro. Qualche dubbio sulla bontà delle scelte iniziali di Auteri che le prova tutte nel secondo tempo senza successo.

Rispetto a mercoledì col Rieti il Catanzaro si presenta a Caserta con le novità Signorini e Nicastro al posto di Celiento e Fisch. Al seguito circa 250 tifosi giallorossi, la partita inizia con qualche minuto di ritardo per riparare un buco nella rete.

Dopo una prima fase di studio, la Casertana si fa sotto. Prima palla gol sulla testa di Castaldo ma Di Gennaro è attento. Ancora Casertana, Starita al 7′ fortunatamente cicca la palla quasi all’altezza del dischetto. Il Catanzaro risponde con Nicastro, l’ex Foggia lanciato in profondità viene fermato proprio all’ultimo da un intervento difensivo. Casertana in vantaggio al 17′ con l’eterno Castaldo che in azione di rimessa riesce a liberarsi facilmente di Martinelli come ultimo uomo e di destro mette la palla alle spalle di Di Gennaro. Ritmi alti, Falchetti oggi particolarmente in palla e padroni del centrocampo non lasciano ripartire facilmente i giallorossi. Castaldo ancora pericolosissimo al 27′ elude la marcatura di Risolo e crossa per D’Angelo, ma il tiro del centrocampista rossoblu è preda di Di Gennaro. Aquile in difficoltà, si affidano alle giocate di Kanoute: senegalese pericoloso al 32′, dopo aver ricevuto da Casoli, colpisce l’esterno della rete da buona posizione. Episodio che fa discutere al 37′ con il portiere Crispino che nel tentativo di anticipare Bianchimano lanciato a rete è costretto a toccare la palla con la mano fuori dall’area di rigore: per l’arbitro l’intervento vale un giallo.

Starita al 38′ ancora pericoloso, approfitta di un errato disimpegno di Casoli e prova la botta di destro che finisce alta sopra la traversa. Lo stesso Casoli prova subito a rifarsi dell’errore e nell’azione successiva serve Bianchimano in area di rigore un bel pallone, il tiro dell’attaccante è però respinto coi piedi, sia pur con difficoltà, dal portiere rossoblu. Ma il Catanzaro oggi non sembra entrato in campo. Ad un minuto dalla fine del primo tempo Starita raddoppia: sponda di testa di Rainone e l’attaccante fulmina di destro l’incolpevole Di Gennaro. Finisce 2-0 il primo tempo, situazione ora quanto mai complicata per i giallorossi che avranno il secondo tempo a disposizione per provare a riequilibrare la gara.

Inizia il secondo tempo, stesso undici di partenza. Subito due azioni da gol, una per parte: prima la Casertana con Zito con un tiro cross su punizione va vicina al terzo gol. Dopo è Nicastro che fa tutto bene saltando due avversari, il tiro però è centrale e respinto da Crispino, la ribattuta di Kanoute è murata dalla difesa rossublu. Partita viva, con il Catanzaro che sembra credere nell’impresa, per quanto ardua, Casertana pericolosa in contropiede. Al 54′ dentro Fisch e Celiento, fuori Risolo e Signorini: Aquile ora a trazione anteriore con uno spregiudicato 4-2-4. E il Catanzaro al 57′ accorcia le distanze: Maita dalla destra mette un preciso pallone sul secondo palo, perfetto l’inserimento di Casoli che segna in tuffo di testa il 2-1. Celiento subito dopo vicinissimo al pareggio: su calcio d’angolo perfetto il colpo di testa del difensore giallorosso che finisce a lato davvero di poco. Fase di gioco nervosa, arbitro costretto ad intervenire col cartellino giallo, ne fa le spese anche Celiento. Difensore giallorosso strepitoso in chiusura al 70′ evita il 3-1 anticipando di un soffio Castaldo. Ultimi 20 minuti, Auteri inserisce anche Mangni e Di Livio al posto di Bianchimano e Kanoute. Bello lo spunto proprio di Mangni all’82’, il tiro viene però respinto da Crispino. Dall’altra parte è sempre Castaldo il più pericoloso, ma la Casertana ha in pugno la gara e si chiude negli ultimi minuti a difesa del risultato e il Catanzaro non riesce a rendersi più pericoloso. Dopo 5 minuti di recupero finisce la gara, il Catanzaro esce sconfitto da Caserta per 2-1 tra la delusione dei tifosi giallorossi corsi al Pinto con tanta fiducia.

Danilo Ciancio

 

Related posts

Il Catanzaro riparte battendo 2-0 il Rieti

admin

Aquile ad Ischia: basta promesse, meritateci

Cosimo Simonetta

La Calabria siamo NOI

admin