Sala Stampa

Aquile, la Sicula al “Ceravolo”: le parole di Auteri

banner

Sempre proiettato al futuro, bilanciato e meritocratico, Gaetano Auteri ritorna a parlare alla vigilia del match con la Sicula Leonzio.

I giallorossi hanno lavorato e sono pronti ad affrontare ogni sfaccettatura della partita, ma su chi saranno gli interpreti della gara il mister ha le idee sempre chiare e ribadisce ancora una volta che tutto sarà determinato dal merito, dall’impegno: il “noi” è sempre anteposto alle individualità.  

Concentrandosi sul prossimo ostacolo da superare, commenta così  Gaetano Auteri quella che è stata anche una squadra in cui, nel lontano ‘92, lui stesso ha militato: “La Sicula Leonzio è una realtà ormai consolidata della categoria, con una ottima società che ha fatto degli investimenti importanti per affrontare il campionato”.

Dunque un avversario insidioso che metterà a dura prova le Aquile che, forti di aver tutta la rosa a disposizione del tecnico siciliano, devono impegnarsi a giocare la “partita giusta”. Certo una grande mano a livello di entusiasmo può essere tesa dai tifosi sugli spalti che, come nella partita con il Teramo, si preannuncia affolleranno gli spalti del “Ceravolo” in cui sono stati da poco installati i sediolini in quasi tutti i settori. “Di sicuro la maggiore spinta al pubblico dobbiamo darla noi dal campo – osserva il trainer di Floridia-. Se facciamo aumentare l’entusiasmo dei tifosi, loro ci seguiranno sempre di più, questo è normale”.

Che non ami pronostici e “scommesse” sulla formazione non lo ha mai nascosto don Tano, il quale si limita ad un rassicurante “la squadra sta bene”: l’obiettivo a cui si punta oltre a giocare per vincere tutte le partite, è la sintonia. 

 

Dora Dardano

Related posts

[VIDEO] Statella: “Campionato aperto, lotteremo fino alla fine”

admin

“Ecco lo spirito di gruppo che volevo”: Auteri in sala stampa

admin

La voglia di tornare in B, ma con il Catanzaro: Martinelli si presenta

admin