La Voce del Direttore

Buon Catanzaro, ma si può dare di più – Il Punto di Claudio Pileggi

banner

Dopo la convincente vittoria nella partita d’esordio contro il Teramo, per il nostro Catanzaro da Bisceglie è invece arrivato un solo punto, frutto di un pareggio che suscita tantissime recriminazioni

Recriminazioni sulle diverse occasioni da rete create ma non finalizzate, nonostante si sia messo alle corde l’avversario soprattutto nella seconda parte della gara. Una formazione, quella giallorossa, che ha quindi dimostrato di poter essere sicuramente competitiva per lottare per le primissime posizioni, ma ancora, a nostro avviso, lontana da quella formazione leader del campionato che ci si sarebbe dovuti attendere per mantenere fede alla riuscita del programma biennale della società, che prevedeva, appunto per questo campionato, la promozione diretta.

La cessione del gioiellino D’Ursi a una concorrente diretta, certo non è stata una buona idea, perchè quella di non rinforzare le altre pretendenti, nel calcio è una delle regole basilari. Inoltre, Il mancato raggiungimento dei tanti obiettivi che ci si era prefissati, a cominciare dal portiere (ottimo comunque Di Gennaro), per finire alla prima punta, denota da parte della società mancanza di coraggio nell’investire risorse importanti, non fosse altro che per ripagare la tifoseria della grande passione e dell’entusiasmo che ancora una volta sta puntualmente dimostrando.

 

Si erano chiesti 2.000 abbonamenti, la cifra è stata abbondantemente superata.  Si poteva contare sul cospicuo gruzzolo ricavato dalla cessione proprio di D’Ursi per fare arrivare finalmente un attaccante capace davvero di fare la differenza e invece ci si è dovuti “rassegnare” a nomi che non erano certo ai primissimi posti nella lista dei desideri del mister. Nomi che comunque non stanno certo demeritando, ma che rappresentano pur sempre delle scommesse più che delle certezze. E allora che dire, sosteniamo questi ragazzi e il loro mister. Sosteniamoli perché lo meritano, anche se dalla società ci si aspettava maggiore convinzione e coraggio. 

 

Claudio Pileggi

Related posts

Fare presto – Il punto di Claudio Pileggi

Claudio Pileggi

Ora serve continuità – Il Punto di Claudio Pileggi

Claudio Pileggi

Il “Ceravolo”, un tempio profanato – Il punto di Claudio Pileggi

Claudio Pileggi