Pagelle

In pochi a salvarsi, Celiento vero leader – Le Pagelle

banner

Di Gennaro 6
Sin dall’inizio deve fare attenzione a non capitolare dinanzi ai tentativi dei Falchetti: su entrambe le marcature non può nulla perché si trova a tu per tu con gli attaccanti

Signorini 5
Esordio dal primo minuto non convincente: in evidente difficoltà sull’out destro, soffre terribilmente Zito ed è costretto a ricorrere al fallo per fermarlo. Rimedia il giallo e viene sostituito ad inizio ripresa

Martinelli 5
Inizia a preoccupare la sua involuzione da quando è posizionato centrale: errore simile a quello di Viterbo, oggi Castaldo lo umilia nell’azione del primo gol quasi fosse un pivellino alle prime armi

Quaranta 5,5
Per quanto tra i tre dietro sia quello che meno demeriti, si lascia ingenuamente sovrastare di testa da Rainone nell’azione che porta al 2-0

Maita 5,5
Unica illuminazione in tutta la gara in occasione del gol del Catanzaro dove mette sul secondo palo un pallone col contagiri per la testa di Casoli. Per il resto sbaglia molti appoggi e va sistematicamente in difficoltà con il pressing dei rossoblu che soprattutto nel primo tempo sono padroni del centrocampo

Nicoletti 5,5
Partita anonima sulla fascia sinistra dove non lascia il segno, mai un cross degno di nota

Risolo 5
Al pari del suo compagno di reparto perde il duello con i centrocampisti avversari che bloccano ogni tentativo di costruzione dei giallorossi. Un po’ meglio nella ripresa ma è davvero poca roba

Casoli 6,5
In mezzo alla tempesta spunta il suo lampo: perfetto l’inserimento e la conclusione di testa che ha almeno il merito di riaprire i giochi. Nel complesso partita positiva

Kanoute 6
Si danna l’anima finché rimane in campo, prova spesso la percussione dalle corsie laterali ma ad inizio gara è contenuto dai sistematici falli degli avversari che lo intimidiscono e ne condizionano la prestazione

Nicastro 5,5
Fosse stato più altruista a quest’ora parleremmo forse di un altro risultato: in almeno due occasioni la troppa frenesia di segnare gli impedisce di vedere il meglio piazzato Kanoute che giustamente non la prende bene. Bella l’azione personale nella ripresa dove salta due avversari ma la conclusione è debole

Bianchimano 5,5
A fari spenti dopo la bella prestazione di mercoledì col Rieti, va vicino al gol solo in un’occasione nel primo tempo ma Crispino è attento e respinge coi piedi

Celiento 7
E’ il leader in campo di questa squadra, difficile capire perché privarsene per un tempo: di testa va vicino al pareggio, chiude perfettamente in diagonale negando a Zito il 3-1, trascinatore quando va a conquistarsi una punizione vicino alla bandierina nell’angolo opposto da lui presidiato. Un esempio

Fischnaller 5,5
Male l’approccio alla gara, sbaglia facili appoggi finendo per essere completamente fagocitato dalle maglie avversarie che non gli lasciano spazi

Mangni 6
Positivo l’ingresso in campo, impegna Crispino da lontano con un sinistro insidioso ed ha il merito quantomeno di provarci fino alla fine

Di Livio S.V.
Poco più di 10 minuti non gli bastano questa volta per cambiare le sorti dell’incontro

Mister Gaetano Auteri 5
Seconda possibilità dopo la trasferta di Viterbo di dimostrare che il gruppo è maturo per puntare al primo posto, ma anche in questa occasione il suo Catanzaro torna ridimensionato. La squadra stenta a trovare una precisa identità anche perché cambia spesso protagonisti e posizioni in campo, la difesa non convince, il centrocampo va sistematicamente in difficoltà, anche numerica, contro gli avversari. Si presentava a Caserta senza De Risio e Statella infortunati, occorreva una maggiore riflessione prima di decidere di privarsi dall’inizio di altri uomini chiave

 

Danilo Ciancio

Related posts

Prestazione sottotono, Elezaj il migliore – Le Pagelle

admin

Undici metri ancora fatali, stavolta deludono gli attaccanti – Le Pagelle

admin

D’Ursi tarantolato, Furlan una diga – Le Pagelle

Cosimo Simonetta