L'avversario di turno

SI GIOCA CONTRO… La Sicula Leonzio

banner

Entusiasmo, dinamismo, tranquillità. Oltre ai canonici convocati, la Sicula Leonzio verrà a Catanzaro con questi “protagonisti”. Segni, tangibili, di una squadra ormai esperta di categoria e che, dopo la numericamente ampia campagna acquisti (19 nuovi acquisti) ha velleità almeno di playoff. 

 

LA STORIA

Sarebbero, nel caso di successo, i secondi del suo palmares e il punto più alto di una storia vissuta sempre nei campi polverosi di terza categoria. Una storia adatta alla dimensione territoriale di una società che rappresenta con passione la città di Lentini, della quale riporta il simbolo nel proprio vessillo: il leone. Sarà dunque Aquile contro Leoni, sfida “animalesca” a cui guarderà con occhio interessato Ciccio Cozza, allenatore del Catanzaro (e ultimo, finora, in grado di centrare una promozione) ma anche dei bianconeri siciliani nella stagione 2015/2016  dove ottenne, anche lì, una promozione, dalla D alla serie C.

 

I PRECEDENTI

Cozza resta solo un anno, saltando quindi le sfide da ex al “Ceravolo” che sono in totale 5 nel corso della storia. Il bilancio vede i giallorossi avanti per 3 – 1, con un solo pareggio, quella della stagione 91/92, quando il match terminò 1-1. Fu una punteggio anomalo, dato che quando si affrontano Catanzaro e Sicula Leonzio, è sempre un “over” sicuro da scommettere alla Snai. Lo scorso anno fu 3-0 giallorosso con Signorini, D’Urso e Fischnaller; risultato che vendicò lo 0-3 siciliano a domicilio della stagione precedente, unico successo bianconero nel capoluogo. Nel corso della storia da registrare anche uno spettacolare 5-3 e il 6-0 della prima volta nel lontano 1946.

 

GLI EX

Quasi una classica quindi ormai tra due squadre habituè – ahinoi – della serie C e che, come è normale che sia quindi, presentano alcuni ex nella rosa. E, nel caso dei siciliani, dovrebbero essere anche titolari. Si parla del portiere Emanuele Nordi, un anno a Catanzaro nella stagione 17/18 e del terzino Sergio Sabatino, sui tre colli per un anno e mezzo con anche due gol al suo attivo.

 

IL MOMENTO ATTUALE

Dovrebbe essere tra gli undici titolare il buon Sergio, a prescindere da quale sia lo schieramento che il mister Vito Grieco adotterà per il match del “Ceravolo”.

L’ex Sabatino

Perché l’allenatore, alla sua prima stagione in Sicilia, ama il 3-4-3 ma forse su un campo dove è dato per sfavorito, potrebbe coprirsi con un più equilibrato 3-5-2. Difficile avere certezze anche perché finora i siciliani sono in scesi in campo solo due volte, avendo rimandato il match col Teramo (che verrà recuperato il 9 ottobre). Resta sicura la difesa a 3 insomma che sarà composta davanti a Nordi da Sosa, Petta e Ferrini. A metà campo si prevedono cinque unità con Sabatino e Parisi sulle fascie e Sicurella, Maimone ed Esposito in mezzo. In attacco Scardina e Ripa. Occhio in panchina ai possibili subentri di Bariti e Lescano. 

 

Francesco Calvano

Related posts

SI GIOCA CONTRO… Il Catania

admin

SI GIOCA CONTRO… La Fidelis Andria

Cosimo Simonetta

SI GIOCA CONTRO… La Fidelis Andria

admin