Calcio Mercato Il Punto

Sipario sul mercato: adesso possiamo cominciare!

banner

Due mesi estenuanti. Nonostante il lunghissimo lasso di tempo a disposizione per comporre le rose in Serie C, le numerose trattative in essere tra società, giocatori e i relativi procuratori, come da consuetudine, hanno reso frenetici gli ultimi giorni e addirittura febbrili le ultime ore di questa campagna trasferimenti con colpi conclusi addirittura “last minute”.

La Puglia è la regione che ha vivacizzato questa coda di mercato: Il Bari, forse per rimediare ad un inizio di stagione non esaltante come ci si attendeva,  chiude come aveva iniziato. Rescisso il contratto con il mediano Bolzoni e l’esterno Feola, dall’Inter prende il talentuoso centrocampista Awua che nell’ultima stagione ha strabiliato a Rende e definisce ritorno tra i galletti del mediano Raffaele Bianco svincolatosi dal Perugia.

Terremoto in casa Monopoli dove si consuma un vero e proprio ribaltone.  I biancoverdi, prossimi avversari del Catanzaro (che dall’Ascoli, in prestito, preleva  Quaranta, promettente difensore mancino e in extremis dal Perugia “riprende”, sempre in prestito secco, la punta Bianchimano), a ridosso del gong ufficializzano l’esonero del allenatore Roselli, sostituendolo con l’ex Beppe ScienzaDi fatto, quasi contestualmente, i gabbiani comunicano previa rescissione con Carannante, gli arrivi del centravanti Jefferson dal Monza (a cui sempre l’US aveva strizzato l’occhio), dell’esperto centrocampista Piccinni, dell’attaccante Moreo in prestito dal Cosenza, a titolo temporaneo della punta Nanni dal Crotone, del giovane portiere Milli  dal Lecce e, via Arezzo, del difensore Maestrelli ex Bisceglie.  A proposito dei nerazzurri, reduci dall’insperato pari casalingo al cospetto del Catanzaro, da registrare interessanti operazioni in entrata quali, oltre al già citato Zibert dalla Reggina il difensore uruguaiano Santiago Carrera, la punta Carlo Manicone dal Lugano e il giovane Borghetto dal Verona.

Molto attiva la Reggina che conclude una pirotecnica campagna trasferimenti, cedendo Zibert appunto e rescindendo con Strambelli. In entrata gli amaranto chiudono un accordo biennale con il difensore Blondett e si accordano con l’Inter per il prestito del centrocampista Rivas. 

 Il Rieti ingaggia Zampa dal Monopoli,  il centravanti Beleck (ex Crotone, Udinese e Fiorentina) e il terzino destro ex Catania e Catanzaro, Mirko Esposito dalla Salernitana, mentre il Rende, a fronte della rescissione contrattuale con Laveque, persevera nella linea verde e prende in prestito  l’attaccate Coly, giovane promessa della primavera della Roma (30 presenze e 17 gol), Moussa a titolo definitivo dal Pescara, Soomets (svincolatosi dalla Sampdoria), Traore in prestito dal Verona, Vigolo (definitivo) e Murati (prestito) dal Milan.  La Vibonese acquista l’attaccante Emmausso a titolo definitivo, la Paganese irrobustisce la prima linea con l’esperto centravanti Caetano Calil e il giovane Musso dalla Salernitana mentre la Cavese apporta un correttivo in attacco con l’ex giallorosso Germinale in luogo di Sforzini con il quale rescinde l’accordo sottoscritto poche settimane addietro. La Casertana cede in prestito in serie D il giovane Zaccaro, da poco contrattualizzato,  e rinforza la difesa prendendo lo svincolato Paparusso oltre che Silva dal Piacenza  

Il Catania sfoltisce la rosa rescindendo con l’attaccante  Brodic, cedendo in prestito Pecorino alla primavera del Milan e Arena all’Acireale. Invece l’altra formazione etnea, la Sicula Leonzio, riabbraccia il centrocampista Maigelatis proveniente dal Lecce e si accorda con il difensore, U21 albanese, Tafa. 

 La Viterbese trova l’accordo con il Frosinone  per il trasferimento dalla ciociaria alla tuscia del centrocampista Besea e preleva la punta Oliver Urso dal Rimini. Colpi in entrata per il Teramo che preleva il centrocampista Costa Ferreira dal Lecce e il difensore Florio dal Pordenone. 

Ora la parola, al netto delle operazioni consentite solo con calciatori svincolati, passa finalmente al campo che già nelle prime due giornate del torneo ha fornito indicazioni a volte sorprendenti ed altre in linea con le aspettative generate dal “circus” del calciomercato che, come risaputo,  riaprirà i battenti nel mese di gennaio per la cosiddetta finestra invernale. 

Gregorio Buccolieri   

Related posts

“Obiettivo qualificazione”: vigilia di Coppa, parla Auteri

Cosimo Simonetta

Aquile, conferme per Orchi, Giampà e Squillace: la nota ufficiale

admin

Aquile in marcia verso i playoff – Il Punto

Cosimo Simonetta