Notizie Partite Primo Piano

Tre punti con la Leonzio e primato per i giallorossi

banner

Il Catanzaro batte 3-1 la Sicula Leonzio e da stasera è meritatamente primo in classifica dopo quattro giornate di campionato: apre il fortino eretto dai bianconeri un’autorete di Megealitis, il raddoppio è di Kanoute, il 3-0 è di Giannone su rigore, mentre in pieno recupero (con le Aquile in 10 per l’uscita di Favalli per infortunio) è Lescano a rendere meno amaro il passivo. Succede tutto nella ripresa dopo un primo tempo dove i giallorossi vanno solo vicino alla marcatura senza però trovarla. Protagonista assoluto Kanoute, citazione per Fischnaller e soprattutto Di Livio che nella ripresa ha dato lo sprint decisivo.

Tutto pronto al “Ceravolo” dinanzi a 6.500 spettatori circa, Auteri cerca continuità in questa quarta giornata di campionato e si affida alla stessa formazione che ha espugnato domenica scorsa il “Veneziani”. Sicula che schiera tra i pali l’ex portiere giallorosso Nordi.

Partenza arrembante del Catanzaro che dopo i primi tre minuti va vicino al gol due volte, protagonista in entrambe le azioni è Kanoute, nella prima lo stop in corsa non lo premia, mentre nella seconda con una percussione delle sue lascia sul posto il diretto avversario ma non trova nessuno dei compagni pronto alla stoccata. Sicula con atteggiamento molto guardingo in questo avvio, prova ad allentare la presa dei giallorossi, anche con qualche entrata vigorosa. Al 12′ Fischnaller fa tutto da solo e sfonda centralmente arrivando davanti a Nordi ma viene messo giù da dietro al momento di calciare: Gariglio di Pinerolo fa proseguire tra le proteste, nonostante il fallo da rigore sia sembrato netto.

Prima mezzora di netto predominio dei giallorossi padroni del centrocampo e più volte vicini al vantaggio, Statella come al solito dalla destra fucina di cross alla ricerca della testa di Nicastro sempre però ben marcato, Leonzio che pensa solo a difendersi. Il primo pericolo per le Aquile arriva al 35′ con De Rossi che trova un varco dalla destra ma  il suo pericoloso cross non trova per fortuna dei giallorossi alcun compagno pronto alla deviazione. Si conclude il primo tempo sul risultato di 0-0: Sicula Leonzio che, superata indenne la fase di forcing iniziale del Catanzaro, ha chiuso via via gli spazi rendendo poco fluida la manovra degli uomini di Auteri che non hanno ancora trovato il gol. Sotto tono Casoli e Nicastro in questa prima frazione di gioco.

 

 

 

 

Riprende la gara, Auteri cambia le fasce lasciando negli spogliatoi Casoli e Statella, dentro Favalli e Di Livio. Parte forte la Leonzio che impegna severamente al primo minuto Di Gennaro, attento a deviare in angolo. Catanzaro ancora poco lucido, si affida alle giocate di Kanoute. Al 51′ ha una buona occasione Nicastro dopo l’ennesima giocata sulla destra di Yaye, ma l’attaccante giallorosso oggi non sembra ispirato e conclude fuori dallo specchio della porta da posizione invitante. Bello il filtrante di Maita al 55′ sempre per Kanoute, palla lunga di un soffio e Nordi interviene in anticipo. Di Livio scatenato sulla destra, si procura al 60′ una punizione, un angolo corto: si incarica lui stesso di batterla e si fa trovare pronto all’impatto di testa Fishnaller che, complice una deviazione decisiva del difensore bianconero Megealitis, finalmente sblocca la gara: 1-0 per il Catanzaro.

Ora, come immaginabile è un altro Catanzaro che al 68′ raddoppia: Fisch straripante sulla fascia sinistra, la mette dentro per l’accorrente Kanoute che non sbaglia il tap-in vincente. Gol meritatissimo per il senegalese, assoluto protagonista della gara che corre a prendersi gli applausi sotto la curva. Auteri dopo mezzora della ripresa concede ai due attaccanti la standing ovation, mettendo dentro Mangni e Giannone. Proprio il fantasista giallorosso mette i sigilli alla gara all’85’ incaricandosi di calciare il rigore concesso per un fallo netto su Celiento in area bianconera, fissando così il risultato sul 3-0.

Da registrare un infortunio sul finale per il generoso Favalli che prende una violenta pallonata sullo stomaco ed è costretto ad uscire con l’aiuto della barella. In pieno recupero è Lescano a chiudere bene un cross dalla destra superando Di Gennaro per il gol del 3-1.

Finisce così la partita dopo 5 minuti di recupero, il Catanzaro batte meritatamente la Sicula Leonzio per 3-1 e conquista la vetta della classifica.

 

Danilo Ciancio

Related posts

Patti: “Col Matera obbligo di fare punti”

admin

“Premio Ceravolo”, migliaia al Politeama per Zanetti

Cosimo Simonetta

Catanzaro-Foggia: info tagliandi

admin