Calcio Mercato Eventi Il Punto Notizie Sala Stampa

Auteri esonerato, Noto: “Decisione dolorosa, ma necessaria. Ora nessun alibi”

banner

La sconfitta rimediata tra le mura amiche contro la granitica capolista Potenza, ha sancito ciò che era nell’aria già dopo la debacle nel derby di Reggio Calabria ovvero la fine del “matrimonio” tra l’Us Catanzaro ed il tecnico Gaetano Auteri (unitamente al suo vice, Loreno Cassia).

Il presidente Floriano Noto, con molta pacatezza ed il consueto aplomb che lo contraddistingue, ha annunciato la notizia in un’affollata conferenza stampa – non esimendosi dal fornire le motivazioni di circostanza.

Con il mister Auteri ho un ottimo rapporto e stamattina non è stato facile per entrambi perché quando avviene una separazione, è sempre una cosa dolorosa anche perché vuol dire che qualcosa non ha funzionato, ma come avviene nel calcio – esordisce il patron – il primo responsabile è l’allenatore”. 

Quindi subito a sgomberare il campo dalle illazioni che sono circolate nell’ambiente circa le incomprensioni con il Ds Logiudice, il Presidente tiene a puntualizzare: “La scelta è stata solo e soltanto societaria, benchè il ds abbia difeso fino a stamattina il suo allenatore. Abbiamo preso atto che i risultati non sono stati all’altezza delle aspettative e abbiamo preferito dare in questo momento – sebbene  a sole quarantotto ore dalla sfida con il Bari al S. Nicola –  uno scossone perché abbiamo notato che con il Potenza  quasi tutti i calciatori sono stati irriconoscibili forse a causa di eccessive tensioni e non abbiamo inteso fornire loro alcun alibi”.

Sulla scelta della nuova guida tecnica e sugli obiettivi ha aggiunto: “Abbiamo fatto le nostre valutazioni, considerando la rosa a disposizione e abbiamo individuato in Gianluca Grassadoniacontrattualizzato fino al 30 giugno del 2020  il profilo giusto per dare continuità ad un progetto tecnico. Il nuovo mister ha adottato – nel corso della sua carriera – diversi moduli che potrebbero valorizzare l’organico a sua disposizione. Tra l’altro, conosce già molti calciatori e questo può facilitare il suo compito che rimane quello della serie B come dimostra il rinnovo automatico del suo contratto in caso di promozione”.

A proposito dell’organico il numero uno giallorosso ha chiarito un concetto: “Tutte le rose delle squadre importanti sono composte da circa trenta elementi, inclusi quattro/cinque giovani di prospettiva che possono costituire ingenti risorse per le società. Anche il Catanzaro non ha voluto essere da meno e, di concerto, con il mister Auteri e con il direttore sportivo, abbiamo adottato questo criterio, scegliendo tutti i calciatori con l’avallo di entrambi.”

In ultimo, non prima di essersi dichiarato dispiaciuto per la contestazione sopra le righe rivolta al Ds Logiudice, il presidente ha rivolto un messaggio all’intero ambiente: “Non bisogna innamorarsi mai troppo di allenatori, dirigenti e calciatori perché sono sempre di passaggio mentre la società resta”.

Gregorio Buccolieri

Related posts

“Sport 360” – Frode fiscale, in manette patron Nocerina

admin

Giovanili. Dodaro al Rende, rientra Mallamaci

Cosimo Simonetta

25 aprile 2004: Corona stende l’Acireale

admin