Dodicesima giornata di campionato: guida la classifica la Reggina, il Catanzaro sembra aver smarrito la propria identità. Questo, il titolo che fotografa perfettamente il momento.

Gli amaranto ad Avellino vincono per 2 a 1 con doppietta di Denis. Delusione per gli irpini che contestano il gol che ha chiuso la partita visto il presunto fallo su Laezza. Intanto la Reggina rimane al vertice con 28 punti a +4 dal Potenza che cade al “Veneziani” contro un Monopoli che torna a vincere. Gli uomini di Scienza infliggono tre gol ai leoni e a segnare sono rispettivamente Cuppone, Fella e Mercadante.

Il Potenza resta quindi secondo in classifica a quota 24 e a solo un punto di distacco segue la Ternana che pareggia a Vibo Valentia.
Termina senza reti il match del “Massimino” tra Catania e Bari. Rossoazzurri a secco di vittorie dopo l‘esonero di Camplone e il ritorno di Lucarelli in panchina. I galletti portano a casa un punto prezioso e parecchio sofferto contro un Catania agguerrito a cui viene anche annullata una rete di Mazzarani al minuto 67’. Bari al quarto posto a pari punti con l’antagonista Monopoli.
A Viterbo ennesimo ko per la Sicula Leonzio all’esordio di Bucaro In panchina. I padroni di casa invece segnano due gol e salgono a 20.
Il Teramo invece scavalca in classifica la Casertana battendola 4 a 3. Partita accesa ed avvincente che vede dapprima il vantaggio degli abruzzesi con Mungo e Ferreira, poi la rimonta rossoblu al termine del primo tempo con Zito. La ripresa vede un botta e risposta a suon di gol iniziato da Bombagi per i biancorossi e Paparusso per gli ospiti. Mungo si fa rivedere e chiude il poker mentre i campani rispondono con il terzo gol – stavolta firmato da Starita- ma escono perdenti dal “Bonolis”.
Derby calabrese al “Ceravolo”’che si conclude con un punto prezioso per il Rende, fanalino di coda insieme alla Sicula Leonzio e con un niente di fatto per il Catanzaro, che sembra ormai aver smarrito la strada della vittoria.
Vittoria della Virtus Francavilla in terra pugliese dove un gol di Perez nel primo tempo chiude un match ancora una volta negativo per il Bisceglie, ancora terzultimo.
La Paganese rientra sconfitta dalla trasferta in Basilicata. Il Picerno prevale sugli azzurrostellati grazie alle reti di Guerra ed Esposito.
A chiudere la giornata il posticipo tra Cavese e Rieti, un vero proprio scontro dal fondo della classifica: al “Lamberti” per i laziali decidono le reti di De Paolo e Aquilanti. Espulso Zampa per doppia ammonizione al minuto 82’.
Dora Dardano

Related posts

“E’ successo in…” – 12^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 25^ Giornata

admin

“E’ successo in…” – 34^ giornata

admin