Sala Stampa

“Ecco lo spirito di gruppo che volevo”: Auteri in sala stampa

banner

Missione compiuta. Il Catanzaro aveva l’obbligo di battere la Virtus Francavilla (anche per sfatare un vero e proprio tabù dato che, fino ad oggi, la formazione brindisina era sempre uscita indenne nei tre precedenti al Ceravolo) per riprendere la marcia e restare in scia della capolista Ternana e del gruppo delle altre battistrada.

In sala stampa mister Auteri non nasconde la sua soddisfazione e pone l’accento sulla componente caratteriale: “Abbiamo giocato una buona gara contro un avversario ostico, di categoria, che possiede qualità e fisicità in avanti”. Prosegue: “Sono contento per i ragazzi che hanno espresso un buon calcio ma soprattutto ho visto quella cattiveria e quella partecipazione che avevo chiesto in settimana”. Poi il mister esprime un concetto più volte ribadito: “Molti ragazzi devono crescere e capire che per vincere i campionati non serve solo il bel gioco bensì serve saper soffrire e gestire alcune situazioni. Oggi ho notato che non ci siamo specchiati nella bellezza del nostro gioco, abbiamo avuto sostanza e non siamo stati leziosi come altre volte. E’ stato questo – in passato – il nostro limite”. 

Incalzato sui singoli ed in particolare sulla prestazione di Casoli – subentrato dopo  circa 20 minuti in luogo di De Risio la cui entità dell’infortunio è da valutare – il mister non fa mistero del suo apprezzamento per il “tuttocampista” ex Matera: Per me non è una sorpresa – chiosa  – perché lo conosco da diverso tempo. L’ho preferito a Risolo per avere maggiore qualità”.

Su Figliomeni entrato nel momento topico della partita: “E’ un professionista esemplare che si allena e si fa trovare pronto proprio come oggi dove c’era bisogno di fisicità per contrastare gli avanti avversari e anche Signorini – che stava per entrare –  ha avvisato qualche problemino”. 

Quindi il solito invito ai tifosi: “Calma e gesso, siamo solo all’ottava di campionato. A me è capitato di vincere il torneo anche rimontando diversi punti agli avversari”.

Sul prossimo impegno che vedrà il Catanzaro in riva allo stretto per il derby con la Reggina: “I tifosi ci tengono molto, ma non sarà una sfida decisiva”. Quindi una battuta mordace come nel suo stile: “Certo, se giochiamo come nelle ultime gare in trasferta, è inutile andarci a Reggio. Ma noi ci vogliamo andare”.

Gregorio Buccolieri

Related posts

“Tra le pretendenti alla vittoria ci siamo anche noi”: le parole di Fischnaller

admin

“Proseguiamo sulla nostra strada, con orgoglio”: Martinelli ai microfoni

admin

[VIDEO] Trapani, match point da non fallire: Auteri alla vigilia

admin