Partite Primo Piano

Il Catanzaro cade anche in casa: il Potenza vince 2-0

banner

Senza strafare, il Potenza porta via i tre punti dal Ceravolo grazie ad un gol per tempo segnato da Ferri e Ricci e consolida la prima posizione in classifica. Male la difesa giallorossa ma complessivamente tutta la squadra è sembrata sotto tono, con poche idee e senza fiato. Pesa il gol clamoroso sbagliato da Nicastro sul risultato ancora in parità ma il Catanzaro di oggi esce meritatamente sconfitto.

Potenza che si presenta al Ceravolo da capolista, Catanzaro in cerca di riscatto dopo il derby perso a Reggio Calabria, ma deve fare a meno di Bianchimano e Martinelli per squalifica, al loro posto Nicastro e Riggio. Favalli riprende il suo posto da esterno sinistro, mentre sono confermati gli altri protagonisti del Granillo. Buon colpo d’occhio sugli spalti, circa 5 mila spettatori compresi tifosi ospiti, 300 e rumorosi assiepati in curva Mammì.

In avvio di gara, uno svarione di Riggio lascia Isgrò libero di tirare da solo davanti Di Gennaro, miracoloso l’intervento del portierone giallorosso. Catanzaro che in difesa appare impreciso e insicuro e subisce soprattutto dalla propria corsia sinistra molti pericoli. In attacco si affida alle iniziative del solito Kanoute. Pericoloso Nicastro al 15′, riceve un filtrante da Casoli ma spreca con un sinistro fuori misura. Azione fotocopia al 21′ ma questa volta l’errore dell’attaccante giallorosso è ancora più clamoroso perché solo davanti a Ioime tergiversa si fa incredibilmente recuperare la palla. Catanzaro anche sfortunato: al 24′ azione da calcio d’angolo di Maita, Riggio anticipa tutti ma la palla si stampa sulla traversa e sulla ribattuta di Fisch i difensori rossoblù fanno muro. Partita frizzante e aperta, le squadre se la giocano a viso aperto. Uno strano tiro cross alla mezzora dai trenta metri, sempre di Isgrò, mette in difficoltà Di Gennaro un po’ fuori dai pali deve indietreggiare per bloccare proprio sulla linea di porta.

Potenza al 38′ in vantaggio, Riggio libera corto di testa e un gran tiro al volo da fuori area di Ferri si infila nell’angolo sinistro difeso da Di Gennaro, sorpreso dalla conclusione del 27 rossoblù: 1-0 per gli ospiti, piove sul bagnato per gli uomini di Auteri. Reazione dei giallorossi che si esaurisce in un tiraccio di Casoli da fuori area e in una splendida conclusione di Kanoute diretta all’incrocio ma che va fuori di poco. Si conclude il primo tempo con il Potenza in vantaggio per 1-0, frutto di 45 minuti volenterosi quanto sterili del Catanzaro incapace di approfittare anche di occasioni clamorose come quella capitata sui piedi di Nicastro.

 

 

 

 

Inizia ila ripresa e il primo pericolo verso la porta di Ioime lo crea un colpo di testa di Celiento su cross dalla destra di Statella, palla però a lato. Pericoloso anche il Potenza, Murano riceve palla dalla sinistra da Ferri e conclude da buona posizione ma Di Gennaro è attento. Catanzaro in pressing sterile alla ricerca del pareggio, mentre il Potenza è molto attento nella propria metà campo e in contropiede dà l’impressione di poter fare male. Ancora Celiento al 60′ da fuori area, palla deviata in angolo. Buona la deviazione di testa di Nicastro al 20′ su cross di Di Livio da poco entrato al posto di Favalli, Ioime blocca facile. Anche Giannone dentro, gli fa posto uno spento Fisch. E il Potenza al 68′ raddoppia: palla persa da Maita a centrocampo, Isgrò la mette per il subentrante Ricci che di destro a giro supera Di Gennaro. Notte fonda al Ceravolo, giallorossi ora sotto di due reti. Ci prova Giannone all’82’ con una punizione a giro ma la palla va alta sopra la traversa. Potenza orami chiuso a difesa del risultato, è difficile trovare varchi nella difesa ospite. In pieno recupero un colpo di testa del subentrato Calì costringe Ioime ad un intervento in angolo. Poca roba per un Catanzaro che puntava al riscatto dopo la sconfitta di Reggio.

Danilo Ciancio

Related posts

Violazioni Co.Vi.So.C, arrivano i deferimenti

admin

Vigor Catanzaro VS Vecchie Aquile – 08/03/2014 – Calcio Amatoriale

admin

Gli UC ’73 sospendono l’attività

admin