Partite Primo Piano

Prestazione ancora una volta deludente – Le Pagelle

banner

Di Gennaro 5,5
Coperto sul tiro di Awua, non legge per tempo la traiettoria tuffandosi con un attimo di ritardo. Solita ordinaria amministrazione in una gara dove il Bari ha poche occasioni ma il numero di gol costretto ad incassare non cambia

 

Figliomeni 5,5
Perde la marcatura su Antenucci in occasione del raddoppio, peccato perché fino ad allora si era espresso egregiamente al centro della difesa

 

Martinelli 5,5
Ruolo inedito a destra nel pacchetto arretrato, ma già ricoperto a Foggia propria con il nuovo mister giallorosso. Partita nel complesso positiva per quanto non facile la marcatura su Simeri ma sul gol di Antenucci anche lui è in ritardo nella chiusura

 

Quaranta 6
Forse tra i tre ha meno demeriti, toglie in più occasioni le castagne dal fuoco lanciandosi con coraggio nel tentativo di sradicare il pallone dai piedi degli avversari

 

Maita 5,5
Continua il periodo no del capitano che anche questa sera si macchia di un errore pesante perdendo maldestramente la palla a vantaggio del gol di Awua, film visto di recente nella gara col Potenza

 

Tascone 6,5
La scoperta più lieta della serata, al debutto gioca con grinta, determinazione e con tanta voglia di fare. Valida soluzione per il centrocampo in attesa del recupero di De Risio di cui si sente purtroppo molto la mancanza

 

Statella 6
Un mezzo passo avanti rispetto alla partita col Potenza, quantomeno prova con maggiore disinvoltura la giocata sulla destra, segnale incoraggiante sul suo stato di forma fisica

 

Favalli 5
Tallone d’Achille i cross, mai uno di garbo che possa impensierire la retroguardia biancorossa. In ritardo nella chiusura su Berra nell’azione che vale il 2-0 per i padroni di casa

 

Kanoute 6
Solita determinazione, capace di creare i pericoli maggiori ma ormai le sue qualità sono conosciute dagli avversari che gli riservano marcature molto strette e pochi spazi a disposizione. Lo stesso Awua era in costante ripiegamento su di lui

 

Fischnaller 5,5
Del giocatore ammirato lo scorso campionato finora si è visto davvero poco. Prova lo scambio veloce con i compagni di reparto ma non riesce mai a rendersi pericoloso complice uno stato di forma che non si può definire che precario

Nicastro 5
Non riesce a sbloccarsi, costretto a giocare costantemente  spalle alla porta, in area di rigore è sembrato ancora una volta troppo isolato dove difficilmente poteva trovare lo spazio o il guizzo vincente in mezzo ai giganti baresi

 

Giannone 5,5
Entra a risultato già compromesso, rimane anche lui fagocitato dalle maglie chiuse dei Galletti dove trovare lo spunto vincente diventa davvero cosa ardua

 

Casoli 5
Se il mister si aspettava una maggiore spinta con il suo ingresso sarà rimasto deluso. Troppi errori soprattutto in fase di appoggio, non prova mai l’affondo quasi fosse intimorito dall’avversario preferendo ripiegare su se stesso

 

Bianchimano 5,5
Ha dalla sua la prestanza fisica che gli consente quantomeno di farsi largo tra gli avversari, ma il tempo a disposizione è poco per riaprire la gara anche perché cross per provare a sfruttare la sua altezza non ne arrivano proprio

 

Signorini e Risolo S.V.

 

Mister Grassadonia S.V.
La squadra parte bene e i primi 20 minuti sono giocati con grinta e attenzione, ma al primo errore si è spenta la luce. Troppo presto per dare giudizi sul suo operato avendo avuto a disposizione solo due giorni per conoscere la squadra e metterla in campo, sicuramente buona l’intuizione su Tascone e positivo anche il possesso palla decisamente a favore dei giallorossi, ma sono mancate le conclusioni. Ha molto da lavorare soprattutto per tentare di ricostruire un gruppo inspiegabilmente involuto, dove l’attacco sembra fare troppo affidamento sul solo Kanoute, il centrocampo non sa esprimersi come dovrebbe e la difesa incassa troppi gol in modo per di più ingenuo. Buon lavoro Mister, ne ha tanto bisogno.

 

Danilo Ciancio

Related posts

Aquile, punto d’oro a Foggia: Scuffia sugli scudi

Cosimo Simonetta

“Premio Ceravolo”, gli omaggi di Luciano Spalletti

Cosimo Simonetta

Solo un pareggio contro il Francavilla: 1-1 al “Ceravolo”

Cosimo Simonetta