Sala Stampa

Signorini e la voglia di ripartire

banner

“Abbiamo giocato male e commesso degli errori, ma è dagli errori che si impara e ora dobbiamo rimboccarci le maniche e andare avanti“. Andrea Signorini commenta così la disfatta di Caserta, in cui ha fatto il suo esordio da titolare in campionato.

Mai banale, parole ben ponderate le sue, che analizza a freddo la prestazione della squadra e, ancor prima, la sua prova, piuttosto da rivedere, come lui stesso evidenzia facendo autocritica: “Il campionato è iniziato da poco, è difficile ma ancora lungo e c’è tutto il tempo per cambiar marcia in trasferta”. Il difensore classe ‘90, scuola Genoa, rassicura i tifosi: “Quando si perde ci sono sempre degli errori però non è il caso di cedere ad allarmismi. C’è tutto il tempo per recuperare, anzi, meglio prenderne ora di batoste piuttosto che dopo”.

Ultima partita dunque approcciata male dal primo tempo, ma Signorini si dice fiducioso sul lavoro che verrà fatto in settimana col mister. Il 2-1 del “Pinto” rimane comunque una partita da archiviare e si dovrà pensare al match con la Virtus Francavilla – senza proiettarsi troppo in anticipo al derby con la Reggina – prossimo avversario al “Ceravolo”.

Un leader silenzioso, Signorini (vicecapitano domenica, in mancanza di Figliomeni, Statella e Riggio) che accetta la panchina proseguendo a lavorare, consapevole di dover scalare alcune gerarchie nel reparto arretrato e “mettere in difficoltà il mister che ha a disposizione un’ampia rosa tra cui scegliere”: “Stare in panchina non è facile soprattutto se non giochi mai – ammette a tal proposito-. Io cerco sempre di fare il massimo in allenamento e di farmi trovare sempre pronto”.

 

Dora Dardano

Related posts

“Tra le pretendenti alla vittoria ci siamo anche noi”: le parole di Fischnaller

admin

[VIDEO] Celiento: “Ognuno di noi elemento fondamentale del gruppo”

admin

[VIDEO] L’appello di Logiudice: “Abbiamo bisogno di quella tifoseria che conosco”

admin