Il posticipo tra Avellino e Potenza chiude la 14^ giornata del girone C. Proprio i leoni, reduci dal successo in Coppa Italia contro la Reggina, portano a casa il bottino grazie ai gol di  Marini e Mutano nel primo tempo. Altra amarezza al “Partenio” per gli irpini di Capuano.

Negli altri campi tra derby, rigori, curve gremite di tifosi e proteste, avanza la comitiva che attacca il vertice della classifica, creando un primo distacco

Partendo dalla vetta anche in questo turno Corazza non manca di segnare e insieme a Reginaldo regala la vittoria alla Reggina contro una Casertana su cui gravavano diverse assenze. Ben sei i cartellini gialli ai danni degli ospiti e il tecnico Ginestra dovrà fare i conti contro l’Avellino.
Sono cinque i punti che in classifica separano la Reggina dalla Ternana (ed è già tanto) vittoriosa in casa due gol sopra la Paganese.
A Monopoli la Viterbese perde per rete di Fella e ha l’occasione di guadagnare un punto in pieno recupero ma il palo si mette tra la palla lanciata da De Giorgi e la porta protetta da Antonino. Invariata la classifica per i gialloblù che restano accanto al Catanzaro che riacciuffa il risultato sul neutro di Castellammare e il Teramo che rientra ko dalla trasferta in Basilicata con il Picerno. Galeotto il rigore realizzato da Emerson al 41’ che raddoppia nel secondo tempo, è poi Santaniello a chiudere il match.
Controcorrente e in ascesa il Bari che, sempre a quota 21 insieme alle squadre di cui sopra, cala il tris nel derby con il Bisceglie. Anche qui si parte da un rigore molto contestato dagli uomini di Pochesci (verso l’esonero) messo in rete da Antenucci che non mancherà di raddoppiare. Di Cesare mette il lucchetto al risultato che fa proseguire la scia positiva per i galletti con cinque vittorie e quattro pareggi. La cura Vivarini funziona, eccome!
Approfitta del periodo negativo del Rieti la Vibonese che cala la cinquina contro una compagine in protesta per gli stipendi che sembrano pian piano in arrivo. Dopo una settimana di allenamenti saltati sembra che la società di Troise stia rimettendo i debiti con i primi otto giocatori con lo stipendio saldato. Nel frattempo però, diverse le rescissioni all’orizzonte.
Altro derby ma stavolta in Sicilia al “Massimino” dove la partita inizia col piede giusto per l’ospite Sicula Leonzio grazie al gol di Palermo. Si riprende il Catania che ribalta il risultato con le reti di Mazzarani e Di Piazza. Avrebbero forse meritato di più i bianconeri che però restano in fondo classifica staccati da solo due punti dal Rende.
E proprio i calabresi guadagnano un punto al “Giovanni Paolo II” contro gli uomini di Trocini. I biancorossi avanzano con la rete di Collocolo ma per la Virtus Francavilla un rigore realizzato da Vazquez ristabilisce la parità.
Dora Dardano

Related posts

E’ successo in… 12^ giornata

admin

E’ successo in… 9^ giornata

admin

“E’ successo in…” – 3^ Giornata

admin