Eventi Notizie

Nuovo boccone amaro per la Lega Pro: caos a Rieti

banner

“Mai più un caso Pro Piacenza“, aveva annunciato lo scorso febbraio il presidente della Lega Pro Francesco Ghirelli, parlando di “credibilità travolta” all’indomani del delitto sportivo che vide perire la società Pro Piacenza con un drappello di ragazzini a fare da vittime sacrificali prima del ritiro dal campionato. Sorte simile al Matera.

A meno di un anno, la musica non cambia. Con un campionato e mezzo da disputare, si registra un nuovo – e annunciato – naufragio in Serie C. Si sarebbe dovuta giocare alle 15 allo stadio “Scopigno” (a porte chiuse) Rieti-Reggina ma alle 15.30 le squadre si trovavano ancora negli spogliatoi. Il ritardo, dovuto a “irregolarità nella distinta” dei padroni di casa (questa la motivazione tragicomica) ha segnato l’epilogo più amaro per gli amarantoceleste, che sarebbe scesa in campo con la formazione Berretti.
Il direttore di gara, Di Mariano della sezione Ariano Irpino, ha rilevato l’irregolarità della posizione di mister Lorenzo Pezzotti, tecnico della Berretti, che non disponeva dell’autorizzazione di allenare un squadra di serie C in quanto sprovvisto del patentino. Pezzotti aveva già guidato il Rieti per tre match ma con l’autorizzazione in deroga della Lega, che oggi non possedeva più. Il direttore di gara ha concesso i consueti quarantacinque minuti di tempo per ovviare al problema ma il tutto si è concluso con un nulla di fatto e la partita risulta ad oggi persa a tavolino per 0-3.

Il direttore generale del Rieti, Pierluigi di Santo ha dichiarato che a suo avviso Pezzotti risultata abilitato e di aver inviato una comunicazione alla Lega venerdì sera senza ricevere riscontro e che sul risultato della sconfitta a tavolino si vedrà il da farsi, lasciando intendere che probabilmente si procederà col ricorso.

In questa assurda vicenda, se non altro i ragazzi del settore giovanile si sono risparmiati la mortificazione di novanta minuti in cui, probabilmente, sarebbero stati sommersi di gol dagli amaranto di Toscano.

 

Dora Dardano

Related posts

Cosentino sfoga la sua amarezza

Cosimo Simonetta

“Sport 360” – Frode fiscale, in manette patron Nocerina

admin

“La strada intrapresa è quella giusta”: Erra in sala stampa

Cosimo Simonetta