Calcio Mercato Il Punto

Mercato archiviato: parola al campo – Il Punto

banner

La sessione di gennaio del  calciomercato si è conclusa e come di consueto la parola passa al campo, vero giudice supremo della bontà delle operazioni effettuate. 

Nel girone C, senza alcun dubbio, possiamo sostenere senza timore d’essere smentiti che il Catanzaro del Presidente Noto è stata la società che l’ha fatta da padrone. Ben ventuno transizioni tra entrate (otto) ed uscite (tredici), consegnano al rientrante Gaetano Auteri un organico la cui cifra tecnica è sensibilmente migliorata nella speranza di consolidare la posizione in classifica e poi giocarsi il tutto per tutto nei playoff.

Il Bari, all’inseguimento della capolista Reggina (che negli ultimi giorni non ha effettuato operazioni di mercato), ha arricchito la propria rosa con un tris di colpi: il terzino Ciofani dal Pescara, il centrocampista Pinto dalla Fiorentina, e la prima punta Costantino. Hanno lasciato il capoluogo pugliese il mediano Awua, Neglia e Cascione.

A proposito di Puglia, il Bisceglie ha chiuso con lo svincolato Joao Silva, il Francavilla ha preso Ekuban e Setola ed ha ceduto Bovo e l’ex giallorosso Puntoriere, mentre il Monopoli, che sostanzialmente non ha ritoccato l’organico, ha acquistato Ferrara dalla Sicula Leonzio che, invece, ha ingaggiato lo svincolato Fasan.

 L’Avellino, partito molto in ritardo nella sessione estiva del mercato, ha cercato di recuperare il gap con le altre squadre conducendo un mercato importante, negli ultimi giorni a ridosso della chiusura ha rinforzato l’attacco prendendo  anche il centravanti Pozzebon e dalla Cavese, cui va Abibi, l’esterno Sandomenico. 

Le altre squadre del girone anche nell’ultimissima fase di questa finestra hanno, più che altro, mirato  a puntellare gli organici esistenti ad eccezione del Catania che nell’ottica del ridimensionamento delle aspettative ha ceduto molti pezzi pregiati con l’obiettivo di alleggerire il monte ingaggi, non ultimo il fantasista Sarno che negli ultimi istanti prima del gong è passato alla Triestina. In entrata il giovane Capanni  dal Milan. 

Rende e  Rieti attivissimi sul mercato per via della classifica deficitaria, hanno messo a segno numerosi colpi. I calabresi, in particolare, dopo il giovane difensore Negri dal Milan,si sono assicurati le prestazioni sportive dei centrocampisti Navas e Saveljevs (quest’ultimo in prestito dal Verona). I reatini invece, prendono Morrone dalla Salernitana e lo svincolato Fiumara e la punta Persano a fronte delle risoluzioni effettuate con Beleck e con Sette. 

Il Potenza ha ceduto in prestito il mediano  Iuliano al Catanzaro, il Picerno ha rescisso con La Vigna, la Vibonese, ceduto in B al Cosenza, il mediano Prezioso,  ha definito l’acquisto dell’ex Catanzaro Ciccone mentre la Casertana ha prelevato il centrocampista Tascone dal Catanzaro e dalla serie D il centravanti ex giallorosso Corado. 

Il Teramo di mister Tedino, ha sostituito il partente Martignago con Diakitè e la Ternana, sostanzialmente immobile in questa sessione stante l’organico già abbondantemente consolidato, ha aggiunto soltanto il centrocampista Verna.

La Viterbese, prossima avversaria del Catanzaro in campionato, ha chiuso per Negro ed ha rescisso con Svidercoschi.

E ora, che gli spifferi e gli echi provenienti dalle stanze del calciomercato si sono placati, parlerà soltanto il campo che, inesorabile, emetterà i suoi verdetti i quali influenzeranno certamente ciò che accadrà in estate. Intanto vi è un campionato da giocare. La strada è ancora lunga. 

Gregorio Buccolieri

 

Related posts

SI GIOCA CONTRO… Il Melfi

Cosimo Simonetta

Zavettieri: “A Siracusa per vincere. Voglio un grande Catanzaro”

admin

Agodirin e Taddei operazioni last minute

admin