Notizie Partite Primo Piano

Sfatato il tabù Rieti: le Aquile si impongono 4-1 al Manlio Scopigno

banner

Catanzaro protagonista a Rieti dove conquista la terza vittoria consecutiva con il piglio della grande squadra trovando già nel primo tempo le accelerazioni giuste per ipotecare nel giro di dieci minuti i tre punti con un gran gol di Tulli da fuori area e subito dopo con Di Piazza servito dallo stesso Tulli. Nella ripresa dopo il terzo gol segnato ancora da Di Piazza il Catanzaro fa l’errore di considerare chiusa la gara ma prima un gol di Persano, poi un’espulsione dubbia di Martinelli riaprono temporaneamente la gara. Ci pensa Giannone all’83’ a chiuderla in contropiede con il gol che vale il 4-1 finale. Altro poker per Auteri e il suo Catanzaro dopo quello con la Viterbese, sfatato per entrambi il tabù Rieti violando per la prima volta il Manlio Scopigno.  

Terza gara, seconda trasferta della nuova era-Auteri, il mister si affida a Carlini dal primo minuto al posto di Kanoute mentre in difesa tocca a Riggio sostituire Celiento acciaccato. Per il resto formazione invariata rispetto alla gara con la Viterbese. Oltre 200 tifosi delle Aquile al seguito. Primo tiro della partita già al primo minuto, è De Risio a concludere fuori dalla distanza. Pressing alto dei giallorossi che mettono in difficoltà la difesa del Rieti che in ogni caso al 9′ si fa vedere dalle parti di Bleve con una conclusione di Tinelli bloccata a terra dal portiere giallorosso. Grandissimo gol di Tulli al 17′ e Catanzaro in vantaggio per 1-0: palla persa a centrocampo dalla squadra di casa, l’attaccante giallorosso avanza palla al piede e da poco fuori dall’area di rigore scarica un destro potente che si infila all’incrocio. Il Catanzaro amministra la gara e al 27′ raddoppia con Di Piazza alla prima marcatura in giallorosso: ancora Tulli protagonista innesca in verticale il compagno che solo davanti Merelli non sbaglia. Prova il Rieti a reagire ma niente da far impensierire Bleve. Al 38′ iniziativa personale di Martinelli che palla al piede conquista metri e va alla conclusione dalla distanza, conclusione alta. Sullo scadere è il Rieti con Fiumara ad avere una buona occasione da rete ma il giocatore granata conclude malamente. Termina così la prima frazione di gioco con il Catanzaro in vantaggio per 2-0. 

 

 

Inizia la ripresa, Aquile con gli stessi undici del primo tempo. Possesso palla per il Catanzaro che al 52′ segna il terzo gol, ancora con Di Piazza che di petto accompagna in rete un preciso cross dalla destra di Casoli. Aquile padrone del campo, vanno vicino alla quarta marcatura con Carlini che colpisce di testa un cross dalla destra questa volta di Corapi ma la palla si infrange sulla traversa. Un po’ di cambi decisi da Auteri, Bianchimano e Di Livio al posto dei protagonisti Di Piazza e Tulli, poi è la volta di Nicoletti che rileva Contessa. E il 9 giallorosso ha subito l’occasione giusta ma come a Lentini sbaglia clamorosamente il gol facendosi parare la conclusione da Merelli, solo davanti a lui. E come da regola del calcio, gol sbagliato gol subito: difesa giallorossa presa in contropiede e al 69′ Persano castiga Bleme siglando il gol del 3-1. Catanzaro sfortunato con Giannone che da poco entrato insieme a Iuliano colpisce il palo dopo un intervento di Merelli. Sono tante le occasioni da rete per i giallorossi ma la quarta rete non arriva. Il Catanzaro prova a complicarsi la vita e al 78′ viene espulso Martinelli per un colpo dubbio in volto su un avversario: ultimi dieci minuti col Catanzaro in inferiorità numerica. Ci pensa però Giannone a chiudere la gara all’83’ con un contropiede micidiale condotto da Bianchimano che serve con precisione il 10 giallorosso che sigla il 4-1. Nel finale Casoli va vicino al quinto gol ma Merelli si oppone prima del triplice fischio finale che vede il Catanzaro trionfare 4-1 per la prima volta allo Scopigno di Rieti.

Danilo Ciancio

Related posts

Un altro pareggio al “Ceravolo” per le Aquile: 0 a 0 contro il Prato

Claudio Pileggi

Taekwondo, Salvatore Chiodo e gli antichi valori – L’INTERVISTA

Cosimo Simonetta

Altro passo verso la salvezza: Paganese battuta 1-0

admin